Finalist 2021

Giulia Gazzolo
Photographer / Fotografa
Italy / Italia

Artist statement / Dichiarazione dell'artista
Giulia Gazzolo was born in 1997 in Piacenza and entered the world of horse riding at the age of 10. After high school she decided to enrol in the Faculty of Photography at the European Institute of Design in Milan, where she had the opportunity to develop various artistic projects focusing on horses. In 2019, as her graduation thesis, she decided to create a collection of photos and texts, showing what the word "pair" means to her. She thus tells about three girls who managed to create a relationship of love, trust and respect with their horses, becoming each other's safe place. Through the photos taken on film, printed in the darkroom by the artist and bound with her horse's hair, "Something Human" was born, a book dedicated to those who see their horse as a life companion. 

IT
Giulia Gazzolo nasce nel 1997 a Piacenza ed entra nel mondo dell’equitazione all’età di 10 anni. Concluso il liceo decide di iscriversi alla facoltà di Fotografia all’Istituto Europeo di Design di Milano, dove ha la possibilità di elaborare vari progetti artistici focalizzandosi sui cavalli. Nel 2019, come tesi di laurea, decide di realizzare una raccolta di foto e testi, mostrando cosa significhi per lei la parola “binomio”. Racconta così di tre ragazze che sono riuscite a creare una relazione d’amore, fiducia e rispetto con i loro cavalli, diventando il posto sicuro l’una dell’altra. Attraverso le foto scattate su pellicola, stampate in camera oscura dall’artista e rilegate con i crini del suo cavallo, nasce “Something Human”, un libro dedicato a chi vede nel proprio cavallo un compagno di vita. 

 

Sarah.jpg

'Sarah I'
Photograph / Fotografia, 2019

Sarah2.jpg

'Sarah II'
Photograph / Fotografia, 2019

Critic review / Recensione critica
'Do we like details? We could answer in many ways, but there is one that goes back to Leonardo, who says in his Codex ... details make perfection and perfection is not a detail! Giulia Gazzolo decides to tread this territory and reveal to us small things that tell a world. She does so with sobriety, without exaggerating the tones or disturbing the contrasts. The lightness of the form corresponds to the whiteness of the background. It is a slow way of saying things, like the chattering of the spinning wheel. It is doing simple things, things that are anything but easy.

IT
Ci piacciono i dettagli? Potremmo rispondere in molti modi, ma ce n’è uno che risale a Leonardo che in suo Codice ci dice ... i dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio! Giulia Gazzolo decide di percorre questo territorio e ci svela piccole cose che raccontano un mondo. Lo fa con sobrietà, senza esagerare i toni, turbare i contrasti. Al chiaro della forma corrisponde un bianco dello sfondo. È un dire lento come il vociare del filò. È fare cose semplici, un fare tutt’altro che facile.

Contact / Contatto
To find out more about this artist or availability, please get in touch.
Per saperne di più su questo artista o sulla disponibilità, contattaci.